C.G.S.V.O. – A.S.D. ARLUNO: 2-1

Torna finalmente – e meritatamente! – alla vittoria la nostra Terza Categoria, pur evidenziando, anche all’esito della pur positiva prestazione disputata contro l’Arluno, tutti i limiti ed i difetti ormai a più riprese manifestati nel corso della presente stagione. Anche mantenendo per lunghissimi tratti dell’incontro il dominio del gioco e il possesso di palla, la formazione allenata da Vallarella è sembrata infatti ancora una volta affetta da una sorta di cronica incapacità di concretizzare le molteplici occasioni create, vuoi per la sfortuna (nella partita di oggi ben due pali soltanto nei primi dieci minuti di gioco), vuoi per la scarsa concretezza degli attaccanti sotto porta (anche nell’incontro odierno, almeno sei o sette clamorose opportunità non sfruttate), vuoi per i limiti legati alla mancanza di un vero e proprio attaccante capace di finalizzare il gioco.

Fatto sta che, esattamente come da copione, anche nella partita contro l’Arluno, la nostra prima squadra ha concluso il primo tempo sotto di una rete realizzata, quasi per caso, con un tiro dalla tre quarti del centrocampista avversario che, di fatto, ha indirizzato verso la porta difesa da Pinciroli il primo tiro della squadra ospite intorno al 40’, dopo che la formazione arancionera aveva precedentemente mancato la realizzazione di almeno quattro clamorose palle gol. Fortunatamente, la reazione odierna dell’undici di Vallarella – sebbene caratterizzato anche nella ripresa da almeno altri tre o quattro gol letteralmente ‘mangiati’ – questa volta non si è fatta attendere e, benché con due reti realizzate sugli sviluppi di altrettanti calci piazzati, i nostri ragazzi sono riusciti a ribaltare il punteggio e tornare alla vittoria dopo quasi due mesi di astinenza. Prima Soldavini, al 55’, su calcio di punizione battuto da Bonforte dal lato destro dell’area avversaria e quindi Zambon Matteo, all’80’, con una pennellata alle spalle del portiere avversario calciata direttamente dal limite dell’area opposto hanno così riportato un po’ di serenità nello spogliatoio arancionero, laddove tuttavia non dovrà mancare la consapevolezza del fatto che la strada da percorrere per arrivare ai livelli di inizio stagione – proprio in considerazione delle difficoltà evidenziate ancora una volta nella partita odierna – sarà necessariamente lunga ed impervia

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *