I 2007 piegano anche il Bienate

Un San Vittore, a tratti forse fin troppo sprecone, archivia anche la pratica Bienate Magnago e raccoglie un altro importante successo. Pur vincendo con il minimo scarto tutti e tre i tempi, i ragazzi avrebbero potuto ottenere un risultato più largo se fossero stati un po’ più precisi sotto porta. Il primo tempo è il più equilibrato e il primo brivido è per i nostri, quando l’attaccante ospite si presenta tutto solo davanti a Riccardo e butta al vento la più ghiotta delle occasioni. Il San Vittore prova a scardinare la coriacea difesa del Bienate Magnago che trova nell’estremo difensore un ottimo baluardo. Ci prova dalla distanza Federico con un gran tiro di potenza ma la sua conclusione si perde di poco a lato. Edoardo potrebbe aprire le danze da distanza ravvicinata ma calcia alto, inaugurando la lunga serie di opportunità non sfruttate a dovere. Tocca a Jacopo togliere le castagne dal fuoco: semina il panico nella retroguardia ospite e fa partire un preciso diagonale che si infila nell’angolo lontano dove il portiere avversario non può arrivare. Nel secondo tempo il San Vittore inserisce forze fresche e mette ancor più in difficoltà il Bienate che ha a disposizione un solo cambio. Il gol del raddoppio nasce da una bella intuizione di Mattia che effettua un cross al bacio per l’accorrente Jacopo che si fa trovare pronto all’appuntamento e piazza spietato il secondo sigillo di giornata. Andrea Gjinaj potrebbe raddoppiare poco dopo ma il suo tiro, forse troppo telefonato, viene bloccato dal portiere. Quando non ci arriva l’estremo difensore, ci pensa il suo compagno di reparto che sulla linea di porta, in qualche maniera, toglie ad Edoardo un gol già fatto. Mattia, Daniele M. e Andrea C. provano a timbrare il cartellino di giornata ma le loro conclusioni mancano di precisione o vengono ribattute dalla difesa. Nel terzo tempo viene assegnato un netto rigore al San Vittore quando un giocatore del Bienate, in area, blocca con le mani un tiro diretto verso la porta: dal dischetto Matteo con implacabile freddezza spiazza il portiere. Tocca quindi prima a Daniele C. mandare sopra la traversa un pallone che meritava miglior fortuna, poi a Mattia ciccare da posizione molto favorevole. Poco importa, anche questa vittoria è in cassaforte e i ragazzi possono festeggiare con entusiasmo l’ennesima buona prova complessiva.

2007 in trasferta a Lainate

Visi mogi e sguardi bui a fine partita per i nostri ragazzi che escono dal campo dell’Oratorio Lainate a testa bassa, come se avessero perso. Si erano abituati troppo bene? In realtà sabato è stata una partita piuttosto combattuta e all’insegna dell’equilibrio in cui il San Vittore si è imposto sul campo per 3 a 2, mentre a tempi il match è terminato 2 a 2 (negli shootout hanno invece fatto meglio i padroni di casa). Forse meno brillanti che in altre occasioni, i nostri hanno probabilmente pagato le dimensioni molto piccole del terreno di gioco ed il fatto che tra gli avversari c’erano almeno tre ragazzi fisicamente molto ben piazzati, il che, senza voler cercare inutili giustificazioni o attenuanti, ha di certo avuto il suo peso. Il San Vittore, comunque, al di là di alcuni errori e distrazioni, ancora una volta ha fatto vedere diverse cose positive. Inoltre bisogna riconoscere i meriti di un avversario che fin da subito è apparso tutt’altro che arrendevole. A questo proposito, piccola lezione per il futuro: diffidare dei risultati delle partite precedenti, soprattutto quando gli avversari hanno una squadra A e una squadra B…Primo tempo che inizialmente fila via senza troppe emozioni, fino a quando su un calcio d’angolo battuto da Mattia, il più lesto è Giacomo a siglare il gol del vantaggio ospite. L’Oratorio Lainate reagisce con veemenza, tiene in apprensione la nostra retroguardia (un tiro a botta sicura viene fermato da Nicolò prima che possa far danni) ma si espone ai nostri micidiali contropiedi. Proprio da uno di questi nasce lo splendido raddoppio ad opera di Mattia che con un violentissimo siluro fulmina il portiere avversario. Nella ripresa il San Vittore sembra tirare un po’ i remi in barca, lasciando troppo l’iniziativa ai padroni di casa che, con merito, trovano il gol che regala loro la vittoria del tempo. Il terzo tempo invece è chiaramente di marca arancio nera e questa volta bisogna riconoscere che anche la sfortuna ci mette lo zampino. Pronti via e Mattia ha sui piedi un pallone ghiottissimo a pochi metri dalla porta, ma il suo tiro si perde sul fondo. Tocca poi a Edoardo con una perfetta esecuzione dalla distanza centrare in pieno la traversa. L’Oratorio Lainate pare in evidente difficoltà e il San Vittore trova finalmente la rete del vantaggio ancora con Mattia che capitalizza al meglio un perfetto assist di Giacomo. Il San Vittore, galvanizzato, cerca ancora con Jacopo, nell’occasione capitano, e Giacomo la rete della sicurezza, ma la difesa dei padroni di casa tiene bene. Il pareggio dell’Oratorio Lainate arriva in maniera un po’ casuale e rocambolesca, con il pallone che finisce in rete dopo essere carambolato addosso all’attaccante locale. Poi tocca a Riccardo salvare la partita con una splendida parata di istinto su un tiro ravvicinato. C’è tempo per un’altra traversa colpita ancora da Edoardo, ma la gara finisce con l’Oratorio Lainate all’attacco e noi un po’ in sofferenza (bravo Massimo a sventare in angolo un’insidiosa punizione). Al fischio finale si tira un sospiro di sollievo. Sabato prossimo sfida impegnativa, in casa, contro la macchina schiacciasassi dello Sporting Cesate ma i nostri ragazzi saranno pronti a vendere cara la pelle…

I 2007 vincenti all’esordio

I 2007 vincenti all’esordio

Giornata quasi estiva per l’inizio del campionato autunnale dei 2007 del San Vittore Olona. Le aspettative sono alte, complice un pre-campionato molto brillante e i nostri ragazzi, nel primo tempo sembrano avvertire una certa … ansia da prestazione. Contratti ed imprecisi, poco lucidi, faticano ad entrare in partita. Gli ospiti del Marnate Nizzolina ne approfittano ed al primo affondo, complice un errato disimpegno difensivo, su una punizione dalla distanza passano in vantaggio. Il San Vittore, stordito ed impacciato, impiega qualche minuto per ritrovare freschezza. Dalla fascia di Eros e Daniele C. arrivano i primi ed incisivi spunti offensivi. La retroguardia ospite non pare irresistibile, ma l’estremo difensore è sul pezzo e in un paio di occasioni conferma di non essere in porta a fare da tappezzeria. Dopo un paio di calci d’angolo serviti come prove generali, arriva il pareggio grazie al sempre infaticabile Eros che, lasciato colpevolmente solo, si infila puntuale tra le maglie difensive del Marnate e piazza la zampata vincente. A questo punto il San Vittore ritrova dinamismo ma la manovra fatica ancora ad essere pienamente efficace. Non mancano le occasioni anche se i tiri verso lo specchio della porta peccano troppo spesso di imprecisione o scarsa forza. Nella ripresa i padroni di casa partono subito arrembanti e nel giro di un paio di minuti creano un paio di brividi alla retroguardia ospite. La squadra appare più ordinata ed aggressiva, gli attacchi si fanno più martellanti ma è solo grazie ad un infortunio del portiere ospite, che non trattiene un tiro dalla distanza di Daniele M., che l’equilibrio si spezza. Il San Vittore legittima il vantaggio con un netto predominio territoriale, ma nel finale soffre leggermente il ritorno degli ospiti che provano a riacciuffare in extremis il pareggio con timidi affondi offensivi. Nel terzo tempo il San Vittore chiude in crescita, non solo nel punteggio ma anche nel gioco. Acquisita fiducia, i ragazzi trovano subito il gol del vantaggio grazie a Jacopo che, con spietato cinismo, sfrutta alla perfezione il lancio millimetrico di Edoardo. Quest’ultimo regala poi il raddoppio con uno splendido ed imparabile tiro dalla distanza che si infila nel sette. Il San Vittore insiste e tocca a Matteo, steso davanti alla porta, siglare la terza rete su rigore, battuto con ammirevole freddezza. C’è spazio anche per un secondo rigore, ma questa volta il tiro di Giacomo si stampa sulla traversa. Sul finire gloria anche per Federico, che lanciato in contropiede, piazza implacabile il poker. Forse i ragazzi hanno pagato un poco l’emozione dell’esordio, ma a conti fatti, pur riconoscendo che ci sono ampi margini di miglioramento, è difficile lamentarsi dopo una simile prestazione. E chi ben comincia…

I 2007 vincono il torneo di Buscate

I 2007 vincono il torneo di Buscate

Dove eravamo rimasti… I ragazzi 2007 del San Vittore Olona, a giugno, avevano concluso la stagione 2018/2019 vincendo il torneo di Legnarello e ripartono, nella nuova annata, trionfando al torneo di Buscate. Con due partite di notevole spessore tecnico ed agonistico, il San Vittore si sbarazza di Antoniana e Casorezzo (due avversari che, in tempi recenti, ci hanno messo in difficoltà) ed impone la legge del più forte. Nel primo match del torneo contro i rossi dell’Antoniana, i nostri sono obbligati a giocare con la pettorina gialla sopra la tradizionale divisa arancio-nera. L’inizio è tutto degli avversari che esercitano una timida pressione che si concretizza però solo in un paio di calci d’angolo. Poi il San Vittore, prese le misure, inizia a impostare un gioco piuttosto aggressivo. Dopo un paio di occasioni non capitalizzate al meglio, tocca a Jacopo inventarsi un’azione da autentico goleador di razza con stop a seguire, dribbling a rientrare che lascia sul posto e di stucco l’avversario e preciso ed imparabile tiro a giro di splendida fattura. Sbloccati, i ragazzi sfoderano un pressing e una intensità sorprendenti. Fioccano le occasioni e arrivano anche i gol. Prima ci pensa la new entry Giacomo (ottimo il suo lavoro a sostegno di tutto l’attacco) a ribadire in rete una corta respinta del portiere, poi tocca ancora a Jacopo, in grande spolvero, spizzare in rete un millimetrico lancio di Matteo, infine c’è gloria anche per l’altro nuovo arrivo Daniele che con un tiro a pallonetto cala il poker. L’Antoniana, tramortita, non può che alzare bandiera bianca. Nella seconda partita contro il Casorezzo, il San Vittore parte subito deciso e mette alle corde gli avversari. Pochi minuti di studio, qualche conclusione per far sporcare i guanti al portiere del Casorezzo, poi tocca a Mattia, dal limite dell’area, far partire una staffilata potente contro cui nulla può il pur bravo estremo difensore avversario. Il San Vittore è adrenalinico e su d giri, il Casorezzo appare spaesato e in apnea. Da uno dei molteplici calci d’angolo conquistati, battuto da Mattia, Giacomo di testa infilza per la seconda volta la porta avversaria. Passano pochi minuti e tocca a Eros mettere il sigillo ad una prova maiuscola, insaccando con perfetto tempismo a pochi passi dalla porta. Anche Daniele M. cerca il suo momento di gloria con uno dei suoi classici tiri alla distanza che si perde di poco sul fondo. Il Casorezzo, spiazzato da tale veemenza, prova a reagire e non è molto fortunato. Prima colpisce una traversa dalla distanza, sul proseguo dell’azione arriva la seconda traversa, complice la provvidenziale deviazione di Massimo che non si fa sorprendere. Massimo però vuole a sua volta lasciare il suo segno distintivo sulla gara e pochi minuti dopo compie una parata in tuffo davvero prodigiosa, che toglie letteralmente il pallone dalla rete. Spentasi la fiammata, il Casorezzo fatica a creare altri pericoli e i nostri ragazzi controllano gli ultimi minuti in assoluta tranquillità. Un successo solido e meritato, frutto di una prestazione, da parte di tutti, compatta e robusta. Se il buon giorno si vede dal mattino…

I 2007 vincono il torneo di Legnarello

I 2007 vincono il torneo di Legnarello

Si conclude con la vittoria del “1° torneo ROSSOGIALLONERO 2019”, organizzato dalla società ASD Legnarello SSM, il lungo cammino di tornei che ha tenuto impegnati i nostri 2007. Il bilancio non può che essere positivo, soprattutto alla luce delle condizioni di estrema emergenza in cui si sono spesso ritrovati i ragazzi, falcidiati come non mai da infortuni e assenze, costringendo i mister Marco e Pinuccio (grazie di cuore per l’impegno profuso e la passione con cui hanno seguito i ragazzi) a rivoluzionare e/o improvvisare ogni volta la formazione. Quarto posto a Sacconago dove, in semifinale, la più quotata Bustese è riuscita ad avere la meglio solo ai rigori, dopo una gara molto combattuta. Terzo posto a Ossona: qui in semifinale i nostri ragazzi sono stati sconfitti dai padroni di casa, proprio sul finire di una partita dominata per lunghi tratti. L’ultimo torneo di stagione non era iniziato sotto i migliori auspici. Nella prima gara contro il Marnate Nizzolina i ragazzi appaiono imbambolati, fiacchi e molli. Il caldo soffocante non aiuta, ma dovrebbe valere anche per gli avversari che per i primi quindici minuti quasi non ci fanno vedere palla. Il parziale di 2 a 0 è la logica conseguenza e serve una prodigiosa parata di Riccardo per tenere a galla il San Vittore. Non appena il Marnate tira i remi in barca, i nostri iniziano a dare segnali di vita. Ci pensa Edoardo a rianimare la squadra con un tiro dalla strana traiettoria che trafigge il portiere avversario. A quel punto il San Vittore inizia a crederci e prende pieno possesso della gara. Ci pensa il bomber Jacopo con una tenace ed arrembante iniziativa personale a riportare in parità il risultato. A quel punto non c’è tempo per compiere al completo l’impresa ma il San Vittore ha dimostrato di esserci. Neanche il tempo di bere un po’ di acqua fresca che i ragazzi sono già in campo per la seconda partita contro la Borsanese. La gara è un monologo arancio nero: prima è Daniele, spostato in posizione più avanzata, in un ruolo per lui più congeniale, a far gridare al gol con un tiro dalla distanza che si infrange sul palo interno. Poi ripetutamente Mattia, Jacopo ed Edoardo provano ad affondare i loro artigli tra le maglie della difesa della Borsanese ma devono sbattere contro un muro che pare invalicabile, complici almeno tre prodigiosi interventi dell’ottimo portiere avversario, molto bravo anche nelle uscite. Anche Eros, la cui infaticabile ed ormai proverbiale corsa non pare avvertire minimamente il caldo, si porta in un paio di occasioni in zona tiro ma senza fortuna. Il dominio è tale che in tribuna qualche mamma si stupisce che i nostri stiano vincendo solo 1 a 0. Tocca ai papà riportarle alla realtà. La Borsanese sta a guardare, tanto che Massimo in porta resta praticamente inoperoso. Solo sul finire un confuso batti e ribatti nei pressi della nostra area rischia di concretizzare la più classica delle beffe, ma i nostri riescono a liberare molto bene. Finisce 0 a 0 una partita che i ragazzi avrebbe ampiamente meritato di vincere. Dopo una lunga pausa ghiacciolo, si arriva alla terza decisiva partita contro i padroni di casa della Legnarello. Chi vince sarà il campione del torneo, alla luce degli altri risultati. Il copione è il medesimo della partita contro la Borsanese. Il San Vittore prende subito con personalità le redini del gioco e non lascia uscire dalla propria metà campo la Legnarello. Le occasioni si sprecano e in un paio di mischie i giallorossi se la cavano non senza fortuna. Pare ancora una partita stregata, fino a quando Jacopo, dopo aver preso in precedenza le giuste misure, tira fuori dal cilindro il tiro che sblocca il risultato, fa esplodere gli spalti e sancisce la giusta vittoria dei ragazzi che al triplice fischio finale si abbracciano in mezzo al campo esausti ma festosi e sorridenti. Una bella e meritata soddisfazione per un gruppo che non si è mai tirato indietro e ha cercato in ogni occasione di dare il massimo, anche nelle situazioni più complicate. Perché vincere è sempre bello, ma vincere con gli amici con cui si sta condividendo da anni un prezioso e sereno percorso di crescita che va al di là del semplice impegno sportivo, lo è ancora di più.

p.s. Lunedì mattina, sulla chat degli zii e cugini, Nico mette la foto del trofeo vinto con la scritta “Primi nell’ultimo torneo”: in questo semplice messaggio ci sono tutto l’orgoglio e la gioia di chi sa di avere la fortuna di far parte di un gruppo davvero speciale ed affiatato.