Dopo due sconfitte dal sapore diametralmente opposto (meritata contro il Bienate Magnago, condizionata in modo nefasto da fattori esterni contro il San Giorgio, gara purtroppo segnata anche dal brutto infortunio a Christian Fanari a cui facciamo ancora i migliori auguri per una pronta guarigione) il San Vittore formato 2004/2005 trova la prima vittoria in campionato sul campo dell’Oratorio Lainate. Ritrovo quasi all’alba. Per fortuna che il clima mite e il delizioso bar dell’Oratorio in cui due gentili signore, in assenza delle brioches, offrono una fetta di torta della nonna ad accompagnare il consueto caffé, mettono di buon umore. Nel pre-partita più che altro si parla di vendite all’asta di vestiti firmati in cui alcuni ragazzi del gruppo paiono diventati autentici maestri. La gara si mette subito bene. Al primo affondo gli ospiti passano in vantaggio grazie ad una fulminante progressione di Matteo Cauchi che lascia sul posto il suo diretto avversario e con un felpato pallonetto supera il portiere in disperata uscita. Gli arancio neri danno l’impressione di gestire con una certa tranquillità l’incontro, anche perché gli avversari sono imbottiti di 2005. Sui piedi di Denny capitano, nel giro di pochi minuti, due occasioni piuttosto ghiotte ma il nostro centravanti non riesce a concretizzare. Il “Conte di San Vittore” si fa però perdonare poco dopo, quando, approfittando di un grossolano malinteso della retroguardia avversaria, deposita il pallone in rete per il raddoppio. Gli ospiti insistono provando a chiudere la partita già nel primo tempo: Massimo a centrocampo distribuisce diversi invitanti e precisi palloni, Tommaso fa il suo sporco e utile lavoro di interditore, Christian e Matteo, sulle fasce, sono una spina nel fianco per i disorientati padroni di casa, Valerio cerca ripetutamente la rete dalla distanza impegnando, in un paio di occasioni, il portiere dell’Oratorio Lainate in interventi non facili. Sul finire una bella punizione dal limite di Giulio si perde di poco alto sopra la traversa. Nella ripresa l’Oratorio Lainate scompare del tutto dal campo tanto che Bequir tocca sì e no un paio di volte il pallone. Il San Vittore non alza troppo i ritmi ma resta costantemente nella metà campo avversaria. Una splendida e calibrata punizione di Matteo Mancarella colpisce in pieno la traversa. Ci pensa poi Tommaso, per l’occasione capitano, a timbrare il cartellino con un bel rasoterra angolato. Sul finire a sigillare il poker è ancora Matteo Cauchi con un’iniziativa personale. Nel mezzo molte le occasioni non sfruttate, alcune anche piuttosto clamorose. Se un appunto si deve fare ai nostri ragazzi, comunque autori di una prestazione generosa e attenta pur al cospetto di un avversario oggettivamente debole e limitato, è proprio l’essere stati troppo spreconi ed imprecisi sotto porta. Siamo solo agli inizi e i margini di miglioramento sono ancora tanti, ma per un gruppo che ha cambiato molto, ci sono già buoni segnali per una stagione che, se giocata con convinzione anche nelle partite all’apparenza più difficili, può regalare davvero qualche bella soddisfazione.