SAN VITTORE OLONA – LAINATESE = 2 – 1

Dopo la sconfitta esterna di Gorla, oggi si potrebbe decidere chi terminerà al quinto posto provvisorio in classifica il girone di andata; oggi infatti giochiamo contro i pari età della Lainatese che ci precedono di solo due punti in classifica e che vengono a San Vittore con un bottino di gol realizzati secondo solo alla capolista Legnano. Formazione DUSI, MAZZOLI (47’ ZORZA), RIZZO, ROVIDA, ALMASIO, BENELMOUDEN (ROSSINI 79’), BATTISTA, GIANNINI, ZANOVELLO, CORCIULO, MESSINA a disposizione MARTIGNONI, PESSINA, CAPUANO, RAIMONDI, AFFRO KONIN, TUNESI.  Palla al centro e dopo nemmeno 15” DUSI viene chiamato in causa con una non semplice parata a terra; l’occasione nasce da un errato possesso/giro palla da calcio d’inizio dei nostri e per un’ingenuità difensiva o per una troppa sufficienza/imprudenza, il centravanti della Lainatese ruba palla e calcia dal limite chiamando immediatamente in causa il nostro portiere. Il pressing della squadra ospite è continuo e non permette giocate in tranquillità e così al 5’ minuto è ancora una volta DUSI a doversi sporcare i guanti deviando un tiro centrale ravvicinato uscendo a chiusura dello specchio e impedendo il vantaggio della Lainatese. In questa fase e per i successivi quindici minuti il gioco si infrange contro le rispettive difese con i nostri in maggiore difficoltà nel possesso-giro palla, quasi soffocati dal pressing continuo degli avanti avversari e dal gioco molto alto della loro difesa, spesso sempre in anticipo sui nostri attaccanti. Al 18’, però, è RIZZO a tentare la via del gol con un tiro dalla lunga distanza che si spegne però ampiamente a lato senza impensierire la retroguardia ospite. Quattro minuti dopo, una facile parata a terra del nostro portiere, su un tiro calciato da fuori area da posizione defilata, smorza momentaneamente le velleità avversarie. Si arriva così al 29’ minuto quando MESSINA sfrutta al meglio una punizione calciata da GIANNINI da posizione laterale, una sorta di calcio d’angolo corto; la punizione calciata tesa e rasoterra a pochi metri dalla porta, riesce a trovare MESSINA che in anticipo di prima intenzione, insacca il gol del vantaggio: SVO – LAIN=1-0. La reazione della squadra ospite, come ovvio, non tarda ad arrivare; solo tre minuti dopo (32’ minuto), infatti, il centravanti avversario, dopo un’azione insistita sulla trequarti, riesce a presentarsi a tu per tu con DUSI ed insacca imparabilmente a fil di palo: SVO – LAIN=1-1. La pressione della LAINATESE si fa’ ancora più forte e, a cinque minuti dalla fine della prima frazione (35’), un tiro calciato dal limite dell’area, finisce per centrare in pieno la base del palo alla destra di DUSI e, carambolando sulla schiena del nostro numero uno ormai proteso in tuffo, finisce definitivamente in angolo. Il primo tempo si chiude dopo un minuto di recupero con le squadre in parità: SVO-LAIN=1-1.  La ripresa si apre così come si era chiusa la prima frazione e DUSI al 43’ minuto deve deviare in angolo una punizione insidiosa calciata sul palo di destra. Due minuti dopo (45’) dobbiamo ringraziare nuovamente la dea bendata che manda a sbattere sul palo, un pallone calciato a botta sicura dall’attaccante ospite appostato a pochi passi dalla porta dopo una mischia in piena area. Riusciamo, comunque sull’azione seguente (46’ minuto), ad impensierire la retroguardia ospite con una ripartenza di BENELMOUDEN che, partendo dalla nostra trequarti si invola verso la porta avversaria lasciandosi dietro il diretto avversario ma una volta giunto proprio sul limite degli undici metri e sull’uscita a valanga del portiere, calcia in precario equilibrio senza inquadrare lo specchio della porta. Nei successivi quindici minuti la partita vive una fase di stanca con le difese abili nel fermare le velleità dei rispettivi avversari; al 63’ minuto, però, è ancora la Lainatese a sfiorare il gol del vantaggio ed è ancora la dea bendata a ricordarsi di noi quando, in seguito ad una percussione in area del laterale destro, la palla calciata sull’uscita di DUSI va a sbattere sulla traversa, finendo la sua corsa senza farci correre altri rischi. DUSI deve superarsi altre due volte nei minuti seguenti; la prima al 65’ su colpo di testa ravvicinato para con presa a terra alla sua sinistra e al 72’ quando devia in angolo una punizione velenosa calciata da posizione defilata. Le tante occasioni fallite o neutralizzate, soprattutto dalla nostra difesa, sembrano aver incanalato la partita sul risultato di parità ma nel calcio si sa, le somme si tirano al triplice fischio; ed ecco che da un calcio d’angolo a nostro favore calciato dalla sinistra da GIANNINI, siamo a tre minuti dalla fine del match, si innesca una mischia a pochi passi dalla porta ospite , la palla finisce sui piedi di MESSINA che non fallisce l’occasione di realizzare la doppietta personale e portarci in vantaggio: SVO-LAIN=2-1. Nei quattro minuti di recupero concessi dal direttore di gara non succede più nulla degno di nota e la partita si chiude sul risultato finale SVO-LAIN=2-1. Vittoria più che mai sofferta e sudata, forse non completamente meritata ma le partite sono fatte così, altre volte la fortuna ci aveva girato le spalle, oggi ci ha strizzato più di una volta l’occhio……. Comunque, giù la testa e torniamo a correre e a sudare dando il massimo fin da subito che domenica ci attende l’ultima partita del girone di andata e non vogliamo certo sfigurare in quel di Parabiago. Forza Ragazzi.   FIRMATO Dirigenza 2002