Giornata quasi estiva per l’inizio del campionato autunnale dei 2007 del San Vittore Olona. Le aspettative sono alte, complice un pre-campionato molto brillante e i nostri ragazzi, nel primo tempo sembrano avvertire una certa … ansia da prestazione. Contratti ed imprecisi, poco lucidi, faticano ad entrare in partita. Gli ospiti del Marnate Nizzolina ne approfittano ed al primo affondo, complice un errato disimpegno difensivo, su una punizione dalla distanza passano in vantaggio. Il San Vittore, stordito ed impacciato, impiega qualche minuto per ritrovare freschezza. Dalla fascia di Eros e Daniele C. arrivano i primi ed incisivi spunti offensivi. La retroguardia ospite non pare irresistibile, ma l’estremo difensore è sul pezzo e in un paio di occasioni conferma di non essere in porta a fare da tappezzeria. Dopo un paio di calci d’angolo serviti come prove generali, arriva il pareggio grazie al sempre infaticabile Eros che, lasciato colpevolmente solo, si infila puntuale tra le maglie difensive del Marnate e piazza la zampata vincente. A questo punto il San Vittore ritrova dinamismo ma la manovra fatica ancora ad essere pienamente efficace. Non mancano le occasioni anche se i tiri verso lo specchio della porta peccano troppo spesso di imprecisione o scarsa forza. Nella ripresa i padroni di casa partono subito arrembanti e nel giro di un paio di minuti creano un paio di brividi alla retroguardia ospite. La squadra appare più ordinata ed aggressiva, gli attacchi si fanno più martellanti ma è solo grazie ad un infortunio del portiere ospite, che non trattiene un tiro dalla distanza di Daniele M., che l’equilibrio si spezza. Il San Vittore legittima il vantaggio con un netto predominio territoriale, ma nel finale soffre leggermente il ritorno degli ospiti che provano a riacciuffare in extremis il pareggio con timidi affondi offensivi. Nel terzo tempo il San Vittore chiude in crescita, non solo nel punteggio ma anche nel gioco. Acquisita fiducia, i ragazzi trovano subito il gol del vantaggio grazie a Jacopo che, con spietato cinismo, sfrutta alla perfezione il lancio millimetrico di Edoardo. Quest’ultimo regala poi il raddoppio con uno splendido ed imparabile tiro dalla distanza che si infila nel sette. Il San Vittore insiste e tocca a Matteo, steso davanti alla porta, siglare la terza rete su rigore, battuto con ammirevole freddezza. C’è spazio anche per un secondo rigore, ma questa volta il tiro di Giacomo si stampa sulla traversa. Sul finire gloria anche per Federico, che lanciato in contropiede, piazza implacabile il poker. Forse i ragazzi hanno pagato un poco l’emozione dell’esordio, ma a conti fatti, pur riconoscendo che ci sono ampi margini di miglioramento, è difficile lamentarsi dopo una simile prestazione. E chi ben comincia…