Dopo la goleada di sette giorni prima, i 2007 del San Vittore erano chiamati alla prova della maturità. Contro la capolista Canegrate, i nostri ragazzi per due tempi provano a giocarsela in modo più che dignitoso poi nel terzo tempo crollano. A voler vedere il bicchiere mezzo pieno bisogna riconoscere che nei primi due tempi il San Vittore a tratti ha giocato anche con personalità, riuscendo a creare qualche grattacapo ai primi della classe. E’ pur vero però che se passi 18 minuti su 20 nella metà campo avversaria, come è capitato ai nostri nel secondo tempo, e perdi 2 a 0 nelle uniche due incursioni dei padroni di casa dalle parti di Riccardo, significa che qualcosa non ha funzionato. Il Canegrate, con cinismo ed opportunismo, nelle prime due frazioni di gioco ha capitalizzato al massimo le 4 occasioni create: tre gol e una traversa. Per tutto il secondo tempo e per larghi tratti del primo il San Vittore ha avuto il pallino del gioco ma non è riuscito a pungere in maniera efficace. Nel primo tempo pronti via e il Canegrate passa subito in vantaggio, sfruttando un doppio svarione difensivo. Il San Vittore, poco alla volta, guadagna terreno, ma le azioni di attacco sono o troppo timide o troppo prevedibili. Mattia riesce a procurarsi, con la consueta grinta, un’ottima opportunità, ma il suo tiro sfortunatamente sfiora il palo quando sembrava già gol. Nella ripresa il San Vittore spinge con maggior insistenza e il Canegrate viene chiuso nella sua metà campo, ma al primo affondo un malinteso difensivo fa arrivare il pallone sui piedi del capitano dei padroni di casa che, da giocatore di razza quale è, non si fa pregare e fa partire un potente e preciso tiro dalla distanza che non perdona. Il San Vittore ha una bella reazione ma manca di precisione e di forza nelle conclusioni che si rivelano o fuori misura o telefonate. Con il più classico e micidiali dei contropiedi, sul finire di tempo, il Canegrate sigla il raddoppio. Il terzo tempo non ha storia. Dopo tre minuti i padroni di casa sono già in vantaggio 2 a 0 grazie a due magnifici gol su cui però i nostri, al solito, ci mettono del loro. La terza rete, poco dopo, è la definitiva mazzata. A quel punto i nostri ragazzi, stanchi e demoralizzati, non ne hanno più e il tempo finisce 4 a 0. Nel complesso un risultato forse fin troppo pesante e un tantino bugiardo, ma la netta sensazione è che il San Vittore, pur contro una squadra certamente ben attrezzata, avrebbe potuto fare qualcosa di più e di meglio. Il campionato, a parte rare eccezioni, è di buon livello: i nostri ragazzi hanno le qualità e i mezzi per rialzarsi e farsi valere, provando in ogni occasione a dare il massimo per uscire comunque dal campo a testa alta, a prescindere dal risultato. Serve allora una bella iniezione di fiducia e di incoraggiamento da parte dei mister, guardando agli errori commessi come utili occasioni per migliorarsi.